Recensione Libri

Recensione “Parigi è sempre una buona idea” di Nicolas Barreau

Buon pomeriggio les amis,

c’è un motivo per questo saluto diverso dal solito e ha a che fare con il libro di cui vi parlerò nelle prossime righe.

9788807031557_quarta

Titolo: Parigi è sempre una buona idea

Autore: Nicolas Barreau

Casa editrice: Feltrinelli

Disponibile anche in formato Ebook

Scheda dell’autore.

C’è molto mistero attorno a questo autore. Si dice sia un personaggio di fantasia attorno al quale ruotano numerose penne. La falsa identità dell’autore è stata denunciata dal giornalista Elmar Krekeler in un articolo pubblicato su Die Welt in cui viene analizzata la tendenza delle case editrici tedesche a creare autori fittizi per la pubblicazione di nuovi romanzi scritti in base ad analisi di mercato. Secondo lo scrittore Norbert Krüger, il personaggio di Nicolas Barreau è stato creato dalla casa editrice per sfruttare il favore di pubblico ottenuto dagli autori francesi in Germania. Per Feltrinelli sono stati pubblicati in ordine Gli ingredienti segreti dell’amore (2011), Con te fino alla fine del mondo (2012), Una sera a Parigi (2013), La ricetta del vero amore (2014) e infine Parigi è sempre una buona idea.

Recensione

Parigi è sempre una buona idea racconta le storie di tre personaggi: Rosalie, giovane disegnatrice, amante del colore azzurro, proprietaria di una cartoleria speciale, dal nome Luna Luna, dove si realizzano biglietti personalizzati, creati con le sue mani. Max, anziano scrittore di storie per bambini che in Rosalie trova la persona perfetta per illustrare il suo prossimo libro La tigre azzurra. Ed infine Robert professore americano che con il libro ha uno strano legame, ma non solo con esso, che verrà a galla nel corso della storia.

Che dire di questo romanzo, è la classica storia romantica francese. Sin dall’inizio si percepiscono i colori, i suoni e gli odoro di una Parigi senza tempo. Leggere le pagine di Parigi è sempre una buona idea è come prendere l’aereo e approdare nella capitale della Francia. Tanti sono i riferimenti a luoghi e vie parigine, forse, a mio parere un po’ troppi. Così come tante sono le frasi in francese, non sempre comprensibili per chi non conosce la lingua. Al di là di questi piccoli difetti, il romanzo risulta scorrevole e piacevole. Due storie d’amore, una nel passato e una nel presente, che si intrecciano tra di loro fino ad ingarbugliarsi in un’unica matassa. In alcuni punti però ho trovato il racconto troppo sbrigativo, avrei preferito approfondire di più alcune sue parti.

In realtà Parigi è sempre una buona idea, a mio parere non è nulla di eccezionale, un libro sì piacevole, che consiglio assolutamente se volete staccare dalla routine e godervi una semplice storia romantica, ma non aspettativi troppo. Prometto che a breve leggero anche gli altri romanzi di questo misterioso Barreau e verificherò, andando indietro come i gamberi, se l’impressione che ho avuto leggendo questo suo ultimo lavoro, sia corretta o meno. In attesa di mettermi in pari, vi auguro buona lettura e mi raccomando, voglio i vostri commenti.

6395259_655827

Enrica Leone

Annunci

Una risposta a "Recensione “Parigi è sempre una buona idea” di Nicolas Barreau"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...