Recensione Libri

Recensione “Un segreto non è per sempre” di Alessia Gazzola

Buona sera a tutti,

oggi facciamo un salto nel passato, a qualche anno fa. Non recensirò un libro appena uscito, ma proseguirò con il commentarvi i libri di Alessia Gazzola. In passato ne avevo letti due e da qualche settimana, complice il fatto che la seconda stagione televisiva della serie legata ai suoi romanzi sta per iniziare, ho ripreso in mano la vita di Alice Allevi.

alessiagazzola_unsegretononepersempre_book.png

Titolo: Un segreto non è per sempre (terzo libro delle vicende di Alice Allevi)

Autore: Alessia Gazzola

Casa editrice: Longanesi

Disponibile anche in ebook

Voto: 10

Scheda dell’autore

Alessia Gazzola è un medico specialista in medicina legale. Il suo esordio narrativo avviene con L’allieva. A seguire ha pubblicato Un segreto non è per sempre (2012), Sindrome da cuore in sospeso (2012), Le ossa della principessa (2014), Una lunga estate crudele (2015), Un po’ di follia a primavera (2016), Non è la fine del mondo (2016) questo libro non è della serie de L’Allieva, Arabesque (2017), Il ladro gentiluomo (ottobre 2018).

Recensione

Eccoci qui dopo un po’ di tempo, lo ammeto, a parlare ancora dei libri di Alessia Gazzola. Ho interrotto la lettura delle vicissitudini di Alice Allevi solo per via di tutta una serie di altri libri a cui ho voluto, in un determinato periodo della mia vita, dare la precedenza.

Oggi eccomi di nuovo qui e vi posso dire che sono ancora innamorata perdutamente di Alice, della sua autrice Alessia e, perché no, anche di CC, ovvero Claudio Conforti.

Ho ripreso la lettura dal terzo romanzo della serie intitolato Un segreto non è per sempre.

Siamo al secondo anno di specializzazione per Alice, davanti a lei un caso molto particolare: la morte di un famoso scrittore. Apparentemente sembra un suicido, ma come abbiamo imparato a capire avendo a che fare con Alice Allevi, le cose non sono mai semplici quando c’è di mezzo lei. Parte così una spasmodica ricerca dell’assassino di un uomo i cui figli avevano chiesto da poco l’interdizione.

La vita di Alice è poi scombussolata anche sul piano privato, il suo cuore è sempre conteso tra Arthur, figlio del Supremo direttore dell’istituto di medicina legale e Conforti con il quale le cose si potrebbero fare molto complicate.

Insomma, dopo la mia pausa di lettura ho ritrovato la Gazzola di sempre. So bene che molti di voi avranno già letto i suoi libri e a breve correrete in libreria per la sua ultima fatica.

Sono però altrettanto certa che qualcuno ancora non ha intrapreso la lettura di questi romanzi. Il mio consiglio? Fatelo, cominciate dal primo mi raccomando. I libri su L’Allieva vanno letti in sequenza. Fatelo anche se non amate il genere, perché vi stupirà. Non pensate a gialli cruenti, a volte noiosi. No, lo stile della Gazzola è tutt’altro. Scorrevole, lineare, divertente. I battibecchi tra Alice e CC sono idilliaci e le parti più tecniche riguardanti la medicina legale sono descritte con dovizia di particolari, come solo un vero anatomo patologo sa descrivere.

Se ancora non siete stati irretiti dalla Gazzola e dalle sue storie, è il momento di esserlo.

Ho ancora quattro romanzi da recuperare prima dell’uscita, il 15 ottobre, de Il ladro gentiluomo. Prometto di mettermi in pari il prima possibile e di tornare a parlare di Alice molto presto.

Enrica Leone

Annunci

5 risposte a "Recensione “Un segreto non è per sempre” di Alessia Gazzola"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...