Recensione Libri

Recensione “Una lunga estate crudele” di Alessia Gazzola

Buona sera a tutti,

eccomi qui, come promesso, per recensire il quinto dei per ora sette libri che hanno come protagonista Alice Allevi.

9788830440968_0_0_1525_75.jpg

Titolo: Una lunga estate crudele

Autore: Alessia Gazzola

Casa editrice: Longanesi e Tea

Disponibile anche in versione ebook

Voto: 10

Scheda dell’autrice

Alessia Gazzola, medico chirurgo specialista in medicina legale, è nata nel 1982 a Messina. Ha scritto il suo primo racconto all’età di cinque anni e da quel momento non ha più smesso di scrivere, ma L’allieva è stato il primo suo romanzo a essere letto da qualcuno che non fosse la madre. Dai romanzi di Alessia Gazzola è stata tratta la serie tv L’allieva, seguita da milioni di spettatori, con Alessandra Mastronardi e Lino Guanciale, di cui la seconda stagione andrà in onda da fine ottobre 2018.

Recensione

Alice questa volta si trova difronte i resti di uno corpo umano rinvenuto nella cripta del teatro in cui la sua amica e coinquilina Cordelia lavorava.

Da questo momento l’Allevi inizia ad indagare sempre con l’aiuto del fido Ispettore Calligaris, e si trova di fronte ad una serie di personaggi uno più controverso e sospettabile dell’altro.

Come se non bastasse, la moglie di uno di questi subisce un tentativo di soffocamento che la porta in coma.

Sul fronte sentimentale la vita di Alice è sempre più incasinata. Da una parte Claudio Conforti, il bello dell’Istituto di medicina legale, con cui ogni tanto Alice si intrattiene un po’ più del necessario. Dall’altra il suo ex fidanzato Arthur, reporter di guerra scapestrato, che in questo quinto libro sembra voler tentare di mettere la testa a posto. (Forse)

Non c’è due senza tre però ed ecco spuntare il terzo incomodo: Sergio Indardi antropologo forense che già abbiamo visto nel prendente romanzo Le ossa della principessa. In questo capitolo il suo ruolo è più forte, e sarà quello di destabilizzare ancora di più la nostra allieva prediletta.

Ancora una volta Alessia Gazzola ha avuto la capacità di incollarmi alle pagine del suo libro. L’attenzione e la cura con cui descrive gli aspetti tecnici non stancano il lettore, ma fanno emergere le sue competenze. Del resto, lei stessa è un medico legale.

La cosa che, arrivata al quinto libro, ormai posso dire è che la Gazzola ha la capacità di trovare sempre nuovi modi e termini per descrivere personaggi che già conosciamo così da risultare quasi nuovi anche ai lettori più assidui. Una novità, a mio parere, c’è, e cioè che il finale un po’ vi sorprenderà. Diciamo che non è così classico, ma di più non posso dirvi.

Insomma, la Gazzola non si smentisce mai e io sono già pronta con in mano il sesto capitolo di questa storia.

Altri libri dell’autrice recensiti (cliccando sul titolo sarete rimandati alla relativa pagina):

Enrica Leone

Annunci

3 risposte a "Recensione “Una lunga estate crudele” di Alessia Gazzola"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...