Recensione Libri

Recensione “Jalna” di Mazo de la Roche

Titolo: Jalna

Autore: Mazo de la Roche

Casa editrice: Fazi editore

Disponibile anche in versione ebook

Voto 7/10

Scheda dell’autrice

Mazo de la Roche è stata una delle più importanti e prolifiche scrittrici del ventesimo secolo, un’icona della letteratura canadese. Cresciuta leggendo Lewis Carroll, che ha plasmato la sua immaginazione, divenne famosa a livello internazionale grazie alla pubblicazione di Jalna nel 1927 e fu la prima donna a vincere il prestigioso Atlantic Monthly Prize, che al tempo ammontava a 10.000 dollari. Ma mentre quasi tutti conoscevano i suoi libri, nessuno sapeva nulla della sua vita privata, che rimase sempre avvolta in un fitto mistero. Con l’aumentare della sua popolarità, aumentava anche il suo desiderio di riservatezza, tanto da farle costruire una figura pubblica fittizia. Visse quasi tutta la vita insieme a Caroline Clement, che ufficialmente aveva adottato come sorella, convivenza che allora era chiamata “Boston marriage”. Insieme adottarono due bambini. Una figura tanto misteriosa e controversa da ispirare un film sulla sua vita, The Mystery of Mazo de la Roche.

Recensione

Jalna é stato uno dei libri dell’estate. Un vero e proprio successo. Di cosa tratta questo primo capito della saga?

La storia é quella della famiglia Whiteoak che vive nella tenuta di Jalna in Ontario. Siamo negli anni ’20, ad animare tutta la famiglia ci pensa il piccolo Wakefield, ultimo arrivato, cagionevole di salute, a tratti indisponente, ma forse il miglior Whiteoak in circolazione.

Finch, invece é il ragazzino bistrattato e assolutamente poco compreso, fa di tutto per essere accettato dagli altri componenti della famiglia, ma quasi mai ci riesce.

Piers lavora con il primogenito Renny, innamorato da sempre della ragazza forse sbagliata, quando decide di sposarla porterà scompiglio a Jalna.

Eden é invece il poeta di famiglia, anche lui decide di sposarsi, ma il suo atteggiamento nei confronti della neosposa non é dei migliori.

Meg vive di rimpianti, promessa sposa ad un uomo che l’ha tradita e che da quel tradimento ha avuto una figlia, a distanza di vent’anni non l’ha ancora perdonato. Vive in una sorta di costante tristezza, celata dalla necessità di occuparsi dei fratelli più piccoli, a volte in modo morboso.

Il primogenito invece si chiama Renny, gestisce Jalna, apparentemente é burbero e freddo, ma forse non é esattamente così.

Nicholas ed Ernest sono gli zii, ognuno con le proprie passioni e i propri vizi. Sono forse la parte meno triste di Jalna.

Infine c’è lei…la nonna, con il suo inseparabile pappagallo. Lei crede sia sempre lo stesso, ma in realtà ne sono morti molti prima di arrivare a quest’ultimo. Tutto ruota attorno a lei e al grande traguardo dei 100 anni. Jalna é in fermento per questo compleanno.

In attesa dell’evento però, le vite di tutti vengono messe a soqquadro da amori, tradimenti, odio e passioni.

Il libro di per sè è ben scritto, appassionante, a tratti fa anche ridere, molto spesso fa innervosire per la trama raccontata al suo interno. Certi atteggiamenti dei protagonisti sono a mio parere inaccettabili. Sta di fatto che è un buon libro, sono curiosa di leggere il proseguo quando Fazi Editore lo pubblicherà.

Sono dell’idea che non sia un libro facile o leggero. Se state cercando qualcosa di allegro e spensierato non fa per voi, ma ciò non toglie che lo consiglierei.

Del resto é una saga familiare e nelle saghe può succede di tutto.

Enrica Leone

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...