Raffaella Carrà, un bagno di amore puro

Umiltà, gentilezza, allegria, sono queste le parole che più si prestano a raccontare chi era Raffaella Carrà. Un’anima bella.

Ha dato tanto amore e ne ha ricevuto altrettanto in questi tre giorni in cui tutti, in qualche modo, le hanno reso omaggio, a partire dalle più di tremila persone che si sono susseguite alla camera ardente istituita presso la Sala della Protomoteca. Una camera ardente che, inizialmente, doveva rimanere aperta solo una sera, ci è voluto poco però per comprendere che quattro ore non sarebbero bastate a contenere la folla.

E poi questa mattina, un venerdì 9 luglio che ricorderemo. Piazza del Campidoglio inizia a riempirsi fin dalle prime ore del mattino. Centinaia sono le persone sotto il sole, un sole che, quasi come a rendere omaggio, si nasconde dietro le nuvole al passaggio del feretro. È un misto di emozioni quello che si prova stando tra la gente. Il boato che esplode mentre la bara attraversa la piazza, gli applausi, le canzoni intonate e poi improvvisamente il silenzio, un silenzio che fa molto più rumore di qualunque altra cosa.

Carmen Russo

Tanti sono stati anche i volti noti che si sono visti arrivare alla spicciolata, da Marzullo a Serena Autieri, passando per Michele Cucuzza, Massimo Lopez, per arrivare a Enzo Paolo Turchi e Carmen Russo. Tutti concordi nel descrivere la grande umanità, gentilezza e attenzione verso il prossimo di Raffaella.

Impossibile non soffermarsi sul suo volto nella foto che è stata posizionata in Basilica, circondata da tanti bambini. Viene spontaneo un mesto sorriso e qualche lacrima scende incontrollata, perché non è giusto, si potrebbe dire, non eravamo preparati, non potevamo immaginare che stesse male. Eravamo tutti abituati a lunghe assenze dalla Tv, e questa volta davamo la colpa alla pandemia, perché lei su Rai Tre ci stava per tornate con la terza edizione di A raccontare comincia tu, ma l’emergenza sanitaria l’ha costretta a fermarsi, perché non si sentiva sicura. Così, il suo silenzio ci è parso nomale, abituale. E invece le cose erano ben diverse, ma ancora una volta Raffaella ha pensato ai suoi amici più cari e alla gente comune, scegliendo di non mostrarsi, per lasciare di lei un ricordo migliore.

E ora? Ora rimane un grande vuoto e sarà difficile farsene una ragione. Raffaella, però, sarà per sempre nei cuori di chi l’ha amata di un amore sincero, lo stesso che regalava lei e la sua risata continuerà a risuonare nelle nostre menti.

Grazie Raffaella, grazie di tutto.

Di seguito il reportage della giornata tra interviste ed emozionanti momenti.

Enrica Leone

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...